mercoledì 11 ottobre 2006

LE VETRINE DI AMSTERDAM ....PARDON CAMPOBASSO

Campobasso, città di erezione, si modernizza e si adegua allineandosi con le più grandi metropoli europee. Si guarda ad Amsterdam e si riporta anche nelle sue strade, non in un singolo quartiere, le belle vetrine che mostrano le donnine che vendono sesso. Di colpo il centro si rianima e si rivitalizza e locali chiusi , perchè le attività produttive in esso contenute sono tutte fallite, riaprono i battenti e si vedono nuove vetrine policrone e pacchiane che mostrano le bellezze locali che si offrono al pubblico. Pardon si chiamano comitati elettorali che ospitano i cotanti famosi candidati che si mostrano agli elettori. Sono nostrani ma vengono anche dall'Est (Termoli,Larino) e dall'Ovest (Boiano) perchè il marciapiede di Campobasso è una vetrina importante, specialmente per i forzuti della destra. Non vi sono primedonne di eccellenza nella città di Campobasso di questa etnia, la destra????? Forza sinistra bastonali
E' molto sottile la linea di demarcazione tra le donnine di strada e quelli del voto.
Il RANDAGIO filosofo

2 commenti:

Skiamazzo Notturno ha detto...

Eppur si muove...così disse qualcuno in tempi non sospetti! trattasi di persona profondamente maliziosa...direbbero i lorsignori, politici locali...quanto fa comoda a questa politica di oggi.. e a tutti i suoi domiciliati, profuhgi e abusivi...che la gente continui a tenere la testa soto metri e metri di fuligine, o di cenere, attanagliati nel profondo, dalla famigerata SINDROME DELLO STRUZZO! TRATTASI DI PATOLOGIA TANTO FUNESTA QUANTO CONTAGIOSA!si svegli, si desti L'OPINIONE PUBBLICA! combatta e riconosca l'inettitutudine, e l'oscenita dei propri governanti e del loro operato!! scenda in piazza! innalzi barricate! basta vestire i panni del popolo bue, contadino e retrogado, SIAMO STANCHI DI ESSERE IL FANALINO DI CODA DI UN INTERO PAESE!!! IL MOLISE E'PER L'IITALIA QUELLO CHE L'ITALIA E' PER L'EUROPA! xkè in regione non possono nascere grandi medici, insigni intellettuali,avvocati e premi nobel,prestigiosi architetti e, xkè no, politici di alto profilo?!MORALE, s'intende!!siamo stanchi di essere ignorati, da tutto e da tutti(mentre la gente invecchia:nulla in contrario, ma quanti ce ne sono in confronto ai ragazzi svegli e di belle speranze!) vogliamo progresso,lotta,idee,coraggio e ambizione! e in concreto:infrastrutture, incentivi, associazioni e sfruttamento delle risorse LOCALI! solo così il molise potrà venir fuori dallo stato di estrema pochezza culturale e civile che lo attanaglia ormai da tempo immemore! siamo stanchi della politica del quieto vivere e del tirare a campare! che speranze ha un giovane che oggi vive e si sbatte in regione!! al massimo, o al meglio...seguire le orme del padre, del nonno, o del bisnonno! bella prospettiva! ma cosa fare?quale rimedi proporre!vedete, una volta si diceva che chi vola troppo vicino al sole prima o poi precipita...ma anche strisciare, con la testa immersa nella melma, o in un mero e cieco opportunismo, prima o poi ti annienta!

Anonimo ha detto...

Caro Merlaccio,i miei ossequi, il tuo blog si è guadagnato appieno la mia stima...peccato che siamo ancora in pochi a sapere della sua esistenza. Hai saputo l'ultima? Il nostro insigne presidente della regione,(dis-)onorevole Michele Iorio ha ottenuto dalla commissione d'esame al senato, un ULTIMATUM DI UN MESE per operare una scelta sulla propria lapalissiana posizione di incompatibilità delle cariche(senatore e presidente di regione: IL RE DEI CUMULISTI, lo chiamano in tutta ITALIA!). Per chi non lo sapesse(spero siano in non più di tre!)l'ubiquità di suddette cariche comporta comunque il beneficio di una DOPPIA RETRIBUZIONE(nonchè una relativa ottemperanza alle suddette competenze, va da se!). Ergo, e ricapitolando. Il nostro illustrissimo ha ottenuto, guardacaso, proprio quello che stava cercando!! i senatori preposti alla valutazione hanno motivato affermando che si tratta di una via di mezzo tra gli intervalli di tempo-limite previsti dalla costituzione a spese di un tale contenzioso, ovvero 15 e 60 giorni, ma, a starci attenti e sempre x un tanto oscuro quanto imperscrutabile disegno dell'ignaro destino, trenta giorni, o giù di lì, è giusto quell'intervallo di tempo che serve a Iorio PER CAPIRE SE VINCERA' O MENO LE ELEZIONI, e quindi sapere se potrà o meno perpetuare il suo ruolo di presidente della regione! penso che la notizia SI COMMENTI DA SE! vorrei solo ricordare che il suddetto Trasparente Amministratore, ha avuto a disposizione circa un anno e mezzo, mese più meso meno, per rimediare a questa improbabile(e immorale, aggiungo io)eccedenza di cariche, ciònondimeno, per cause ai più sconosciuti (forse gli eccessivi impegni...A TAVOLA, magari)si è sempre e giocoforza trovato costretto a procrastinare la risoluzione di tale spinoso problema. Volevo solo sapere cosa ne pensavi, caro Merlo Furibondo, e chiederti quanto sarebbe ipotizzabile un dolce e risolutore colpo di spugna che ci permetta di liberarci da tutti questi loschi figuri. IN VIA DEFINITIVA!
Con rispetto.
Walter