mercoledì 2 aprile 2008

CONFERENZA STAMPA

VELTRONI SURCLASSA IL CANDIDATO PRESIDENTE DELLA DESTRA

Il candidato presidente del partito di destra si presenta stanco, ripetitivo, confuso funereo e propina le sue solite inutili chiacchiere senza dare nessuna possibilità di cambiamento e prospettiva per il futuro . Le sue trite battute “ da presidente telefono ai miei amici imprenditori....” il governo Prodi ha messo in ginocchio l'Italia in un anno e mezzo” . Lui in cinque anni la svenduta e la ridotta a vecchhia baldracca.
E' talmente scontato che diventa noioso sino .... ad addormentarsi....seduto, tra lo stupore del giornalista (Riotta direttore del TG1)
Poverino alla sua età a quell'ora deve farsi una bella tazza di brodo ed andare a letto. Non può stare ancora in piedi si stanca.
Unica nota positiva e strabiliante è la speranza che offre a noi poveri maschietti mortali abbandonati dai capelli: una bella folta chioma nera. Forse ho capito da dove li ha prelevati perchè somigliano molto a quelli che ornano sempre le teste ... non pensanti e quindi sulla sua hanno trovato le stesse condizioni ideali per riprendersi.

Al contrario VELTRONI è sicuro, dinamico, brillante , sorridente, fiducioso e convincente . Riesce a ribattere con sicurezza alle domande più maliziose dei giornalisti , che, tra l'altro, sono stati più accomodanti con il vecchietto di prima.
Bravo infondi speranza e ci porti verso orizzonti nuovi peccato che la tua armata sul territorio è "brancaleone" e perdente: la solita casta.
Ultima scoperta, divenuta delusione, è stata leggendo l'espresso e constatare che anche la Finocchiaro, candidata Presidente alla regione Sicilia (per volere di partito mentre la Borsellino fu scelta dal popolo delle primarie) ha la sua poltrona assicurata, in caso di sconfitta, come senatrice in Romagna. Che caduta di stile! Perchè se perde non può sedere sugli scanni della sua Sicilia da leader dell'opposizione? Prende sempre gli stessi soldini? No sono scomodi , gli scanni e non i soldini, e gli piace la vita romana : è piu chic.
Caro “UOLTER” se avremo la forza di turarci il naso forse voteremo per te scegliendo almeno tra i candidati del PD e dellIDV (DI PIETRO) e dovremo andarci perchè il lezzo che viene dalla destra, dal centro e dalla sinistra colorata è ancora peggiore.

Dimenticavo, sui contenuti stendiamo un velo pietoso tanto sono le solite chiacchiere da bar tra amici tra un bicchiere e l'altro.

2 commenti:

Galmaran ha detto...

See please here

Anonimo ha detto...

che dire..a chiacchiere sono tutti bravi:Walter promette su tasse, pensioni, patrimonio culturale, epurazione mafiosa, unità sociale, libero mercato, concorrenza, competitività..si propone come l'Obama italiota, è giovane, guizzante, reattivo, diretto eppure..La domanda è se le chiacchiere un fatidico giorno diventerranno fatti,provvedimenti,decreti,iniziative parlamentari e legislative.Riuscirà il nostro Walter a mettere tutti D'Accordo.Già col sanguigno Di Pietro hanno luogo le prime dissonanze su Telecomunicazioni,cariche istituzionali e per giunta sulla veste grafiche delle schede elettorali..certo non sarà quella pittoresca corte dei miracoli che si tirava al guinzaglio lo stoico Prodi ma a me tutta questa solidità e sicurezza non la trasmette mica. E sull'altro lato della luna? Il silenzio è d'obbligo.
Guido78